logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Malo

Provincia Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
       

Il bosco del Montecio di Malo. Aspetti forestali

INDAGINI

Dapprima è stato realizzato un censimento totale degli alberi e degli arbusti ricadenti  all’interno del bosco, che ha confermato che la composizione del Montecio è quella tipica dei boschi di pianura, considerati habitat relitto poiché presenti ormai solo in ridotti ed isolati fazzoletti di terra.
Tale indagine ha evidenziato una sostanziale dominanza di Castagno con individui di medie/grandi dimensioni; sono inoltre presenti alcune latifoglie nobili quali la Farnia, il Ciliegio selvatico, il Carpino bianco, Acero , Olmi e Tigli.
Frassino e Carpino nero, qui presenti con soggetti di piccole dimensioni, si stanno probabilmente sostituendo alle specie ora esistenti (adattamento ai cambiamenti climatici in corso?). 
Sono state rilevate alcune piante alloctone, come l'Abete rosso e la Robinia.
La scarsa quantità di luce dovuta all’elevata densità del bosco che riesce a raggiungere il suolo, è forse all’origine della difficoltà del suo rinnovarsi naturalmente.

Il bosco del Montecio. Aspetti forestali

Il Castagno convive in sostanziale equilibrio con il patogeno fungino (Cryphonectria parasitica) e ciò non differisce da quanto avviene nella pedemontana veneta.
La necromassa presente all’interno del bosco, abbastanza maturo e denso, costituisce un elemento  essenziale per la vita di molti organismi, tipici di questi ambienti, come funghi ed insetti, oltre a rappresentare una preziosa fonte alimentare per molti uccelli e micromammiferi. Purtroppo il Montecio si è rivelato assai carente di massa legnosa morta.

Il bosco del Montecio. Aspetti forestali

PRIMI INTERVENTI

Da principio si sono messi in sicurezza i percorsi pedonali che si sviluppano sul perimetro del Bosco. Tali (abbattimento di alcune piante ormai morte in piedi o irrecuperabili ed il diradamento delle chiome degli esemplari di pregio potenzialmente instabili). Tutto il materiale legnoso di risulta è stato volutamente rilasciato in bosco per integrare la sua dotazione di necromassa a tutela della biodiversità.
In un secondo momento si potranno effettuare dei tagli a carico delle specie alloctone per diminuire la densità del bosco, favorire la crescita delle giovani piante presenti nel sottobosco, aumentare la necromassa legnosa e favorire gli organismi saproxilici.

 

 

 

 

 

 
Via S. Bernardino, 19


P.Iva IT 00249370248

Codice Iban IT05G0306912117100000046047

Codice Bankit Comune di Malo: 0070526

Codice Univoco per fattura elettronica: OOFE8G

PEC: malo.vi@cert.ip-veneto.net