logo MyPortal
Inizio pagina Salta ai contenuti

Comune di Malo

Provincia Vicenza - Regione del Veneto


Contenuto

Calendario

Calendario eventi
« Settembre  2018 »
Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
      1 2
3 4 5 6 7 8 9
10 11 12 13 14 15 16
17 18 19 20 21 22 23
24 25 26 27 28 29 30
       

Certificati - Dichiarazioni sostitutive - Autenticazioni

certificazioni

Certificati

Dal 1° gennaio 2012 i certificati anagrafici sono validi e utilizzabili solo nei rapporti tra privati. Nei rapporti con gli organi della P.A, e i gestori di Pubblici Servizi i certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall'atto di notorietà (legge 183/2011).

Da tale data le Pubbliche Amministrazioni e i Gestori non possono più accettarli né richiederli, tanto più in quanto tali comportamenti integrano, per espressa previsione, la violazione dei doveri d'Ufficio ai sensi dell'art.74, comma 2, lett.a) del DPR 445/2000.

 

Validità

La validità dei certificati è di 6 mesi dalla data di rilascio.

 

Costi

0,26 (diritti di segreteria) per i certificati in carta libera;

16,00 € (imposta di bollo) + € 0,52 (diritti di segreteria) per i certificati in bollo.

Nessun costo per l'Autocertificazione.

Auto certificazione


 Dichiarazione sostitutiva di certificazione (autocertificazione)

 Descrizione:

Sono comprovati, con dichiarazioni sottoscritte dall'interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni, i seguenti stati, qualità personali e fatti:

a) data e il luogo di nascita:

b) residenza;

c) cittadinanza;

d) godimento dei diritti civili e politici;

e) stato celibe, coniugato, vedovo o stato libero;

f) stato di famiglia;

g) esistenza in vita;

h)nascita del figlio, decesso del coniuge, dell'ascendente o discendente;

i) iscrizione in albi, registri o elenchi tenuti da pubbliche amministrazioni;

l) appartenenza a ordini professionali;

m) titolo di studio, esami sostenuti;

n) qualifica professionale posseduta, titolo di specializzazione, di abitazione, di formazione, di aggiornamento e di qualificazione tecnica;

o) situazione reddituale o economica anche ai fini della concessione dei benefici di qualsiasi tipo previsti da leggi speciali;

p) assolvimento di specifici obblighi contributivi con l'indicazione dell'ammontare corrisposto;

q) possesso e numero del codice fiscale, della partita IVA e di qualsiasi dato presente nell'archivio dell'anagrafe tributaria;

r) stato di disoccupazione;

s) qualità di pensionato e categoria di pensione;

t) qualità di studente;

u) qualità di legale rappresentante di persone fisiche o giuridiche, di tutore, di curatore e simili;

v) iscrizione presso associazione o formazioni sociali di qualsiasi tipo;

z) tutte le situazioni relative all'adempimento degli obblighi militari, ivi comprese quelle attestate nel foglio matricolare dello stato di servizio;
aa) di non aver riportato condanne penali e di non essere destinatario di provvedimenti che riguardano l'applicazione di misure di prevenzione, di decisioni civili e di provvedimenti amministrativi iscritti nel casellario giudiziale ai sensi della vigente normativa;
bb) di non essere a conoscenza di essere sottoposto a procedimenti penali;
cc) qualità di vivenza a carico;
dd) tutti i dati a diretta conoscenza dell'interessato contenuti nei registri dello stato civile;
ee) di non trovarsi in stato di liquidazione o di fallimento e di non aver presentato domanda di concordato.

Come si fa:

basta una dichiarazione in carta semplice, firmata dall'interessato, senza autenticazione della firma. Possono essere utilizzati i seguenti modelli:

Modulistica:

Dichiarazione sostitutiva di certificazione di residenza e di stato di famiglia

Dichiarazione sostitutiva di certificazione (cumulativa)

Notizie utili:

 La richiesta dei certificati sopraindicati ai cittadini da parte delle amministrazioni e dei servizi pubblici costituirà violazione dei doveri d'ufficio. Al posto dei certificati le amministrazioni e i servizi pubblici dovranno accettare le autocertificazioni o acquisire i dati direttamente, facendosi indicare dall'interessato gli elementi necessari (ad esempio per il diploma di scuola secondaria il cittadino dovrà indicare l'istituto e l'anno in cui si è diplomato).
L'autocertificazione è estesa ai privati (ad esempio banche e assicurazioni) che decidano di accettarla. Per i privati, infatti a differenza delle amministrazioni pubbliche, accettare l'autocertificazione non è un obbligo, ma una facoltà.


Dichiarazioni sostitutiva dell'atto di notorietà

Dichiarazione sostitutiva


Descrizione:


La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà concerne stati, qualità personali o fatti a diretta conoscenza dell'interessato e per i quali non è prevista la dichiarazione sostitutiva di certificazione. La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà, resa dall'interesse proprio del dichiarante, può riguardare anche stati, fatti e qualità personali relative ad altri soggetti di cui egli abbia diretta conoscenza.

 

Come si fa:

Le singole amministrazioni predispongono i moduli necessari per la redazione delle dichiarazioni sostitutive che gli interessati hanno la facoltà di utilizzare:


Dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà

Dichiarazione di conformità all'originale della copia di atti o documenti


Se la dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è presentata alle Amministrazioni Pubbliche e ai Servizi Pubblici, la firma non deve essere autenticata. È sufficiente firmarla davanti al dipendente addetto a riceverla oppure presentarla o inviarla allegando la fotocopia di un documento d'identità.

La dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà è estesa anche ai privati (ad esempio banche ed assicurazioni) che decidono di accettarla. Per i privati accettare le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà non è un obbligo ma una facoltà. In questo caso però è necessario autenticare che la firma del dichiarante sia autenticata. L'autenticazione, in questo caso, è redatta da un notaio, cancelliere, segretario comunale, dal dipendente addetto a ricevere la documentazione o da altro dipendente incaricato dal Sindaco.

 

Autenticazioni

Autenticazioni Firme

Descrizione
Per presentare le domande e le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà alle Amministrazioni Pubbliche e ai Gestori privati di Servizi Pubblici la firma non deve essere più autenticata. È sufficiente firmarle davanti dal dipendente addetto a riceverle, oppure presentarle, o inviarle allegando la fotocopia di un documento d'identità.

L'autenticazione della firma rimane per le dichiarazioni sostitutive dell'atto di notorietà da presentare ai privati e per le domande che richiedono la riscossione di benefici economici (pensioni, contributi, ecc.) da parte di altre persone.

Come si fa
L'autenticazione della sottoscrizione, ove prescritta, è redatta:
· da un notaio
· da un cancelliere
· da un segretario comunale
· dal dipendente addetto a ricevere la documentazione
· da dipendente incaricato dal Sindaco presso uffici Anagrafe

Costi
autenticazioni in carta semplice:
€ 0,26 per diritti di segreteria.
autenticazioni in bollo: € 16,52 (di cui € 16,00 per il bollo e € 0,52 per i diritti di segreteria).



Autenticazioni Copie:

Descrizione
L’autenticazione di copie consiste nell’attestare che la copia è conforme al documento originale presentato.
 
Come si fa
L'autenticazione della copia può essere redatta da:
· da un notaio
· da un cancelliere
· da un segretario comunale
· dal dipendente addetto a ricevere la documentazione
· da dipendente incaricato dal Sindaco
 
Costi

autenticazioni in carta semplice: € 0,26 per diritti di segreteria.
autenticazioni in bollo: € 16,52 (di cui € 16,00 per il bollo e € 0,52 per i diritti di segreteria).




Via S. Bernardino, 19


P.Iva IT 00249370248

Codice Iban IT05G0306912117100000046047

Codice Bankit Comune di Malo: 0070526

PEC: malo.vi@cert.ip-veneto.net